ASAR GARDA SALò
3ª Escursione - Domenica 22 Aprile 2012
Lungo l’Antica Via Valeriana sul lago d’Iseo, da Tassano di Sulzano a Zone e Marone. 
Accompagnatori
: Annalisa Butturini, Maria Dolcini, Claudia Dalboni. 
La Via Valeriana
è segnata molto bene, con frequenti cartelli che informano sulle località raggiunte e sulle chiesette ivi presenti, la cui maggior parte risale all’ultimo quarto del secolo XV, quando, seguendo le indicazioni della Chiesa, l’allora vescovo Paolo Zane incentivava il culto mariano con la costruzione di molti edifici religiosi, dedicati alla Vergine.
La cosiddetta Valeriana sebina è stata il percorso principale di mezza costa in età medioevale, visto che collega i centri e le chiese più importanti di quei secoli, per proseguire poi verso la Valcamonica, il Tonale, l’Aprica e quindi verso il Trentino e la Valtellina.

Si parte dalla frazione di Tassano, a 315 m. s.l.m., per giungere a Cislano, nella conca di Zone, a circa 600 m. s.l.m., passando attraverso caratteristici borghi, facili camminamenti, sullo sterrato, sull’asfalto e sull’acciottolato, godendo di una splendida vista sull’intero lago d’Iseo e su Montisola.
Si attraversano borghi come Maspiano, Gandizzano, Marasino, Distone, Dosso, Massenzano, Pregasso, Colpiano, di cui alcuni risultano in parte rimodernati, ma quasi tutti conservano una o più contrade antiche, con muri spessi, scalette esterne, piccoli cortili acciottolati.
La via è di facile percorrenza, tuttavia solo nell’ultimo tratto Colpiano-Cislano inizia la salita verso la conca di Zone, tra muretti di pietra e una singolare strettoia nella roccia. Alternando tratti brevi sull’asfalto con percorsi acciottolati si giunge alle Piramidi, grossi “funghi” di terra, testimonianza del passaggio del ghiacciaio dell’Oglio durante la glaciazione wurmiana, l’ultima in ordine cronologico. Il pranzo al sacco è previsto a Cislano.
Riserva naturale delle Piramidi di terraNel pomeriggio, girando attorno alla Chiesa dedicata a S. Giorgio e percorrendo l’itinerario per la visita alle Piramidi, inizia la discesa verso Marone, dalla parte opposta alla via Valeriana, percorsa all’andata. Tutta la zona è particolarmente suggestiva, prima nel bosco di fronte alle Piramidi, poi tra gli olivi sul lago.
A Marone si prende il treno per Sulzano, dove si arriva in pochi minuti.
IMMAGINI REALIZZATE DA CLAUDIA DALBONI
asar
       
Foto di Franco Ghiti
Foto di Franco Ghiti
Foto di Franco Ghiti
Foto di Franco Ghiti
Foto di Franco Ghiti
Foto di Franco Ghiti
Foto di Franco Ghiti
Foto di Franco Ghiti
Foto di Franco Ghiti
Foto di Franco Ghiti
Foto di Franco Ghiti